SISTEMI ANTINTRUSIONE

CA SECURE SERVICE
Sistemi di Sicurezza a Gallarate

Scopri i Sistemi Antintrusione realizzati
da CA SECURE SERVICE a Gallarate

Che caratteristiche deve avere un impianto d’allarme nel Sistema Antintrusione installato da CA SECURE SERVICE?

• Deve essere efficacie ed efficiente – garantire una protezione completa ed essere molto performante
• Deve soddisfare le esigenze del cliente e “adattarsi” alle sue abitudini così da permettergli di utilizzarlo praticamente sempre
• Deve essere tecnologicamente avanzato, facile da utilizzare e affidabile nel tempo

I nostri impianti sono progettati con il cliente per capire le sue abitudini e le sue esigenze e fornirgli un sistema completo, facile da utilizzare ed efficiente nella rilevazione e nella comunicazione. L’IMPIANTO è DEL CLIENTE…I COSTI SONO CHIARI, NESSUN CANONE FISSO DA PAGARE DOPO L’INSTALLAZIONE E COLLEGAMENTO GRATUITO CON LE FORZE DELL’ORDINE (su richiesta)

Un sistema antintrusione è un impianto complesso composto da vari dispositivi collegati e coordinati tra di loro che, interagendo l’un l’altro, garantiscono la tutela della casa. L’antintrusione segnala se viene superata una barriera fisica, una finestra, una tapparella, una porta, o anche il giardino e quindi manda il segnale per il pronto intervento. Un impianto di protezione di questo genere non può essere “standard” ed uguale per tutti, ma deve calzare su misura sulla situazione del cliente.

Prima di procedere alla progettazione di un sistema antintrusione è quindi necessario ed importantissimo eseguire un sopralluogo presso il cliente per effettuare quella che viene definita Analisi del Rischio, valutando quindi le caratteristiche ambientali e strutturali, oltre all’ubicazione ed all’area da proteggere.

Le NORME di riferimento CEI 79-3 e EN50131-1 definiscono alcuni importanti parametri di valutazione e di classificazione dei sistemi e degli ambienti, con una classificazione del Grado di Sicurezza:

Grado di sicurezza 1: rischio basso

Attacchi da soggetti inesperti, intrusi con bassa conoscenza di impianti di allarme e con attrezzatura limitata

Grado di sicurezza 2: rischio medio basso

Attacchi da soggetti con competenze minime, intrusi con limitate conoscenza degli impianti di allarme e attrezzatura apposita

Grado di sicurezza 3: rischio medio alto

Attacchi da soggetti con competenze elevate, intrusi pratici di impianti di allarme con attrezzatura apposita ed elettronica

Grado di sicurezza 4: rischio alto

Attacchi da soggetti che hanno competenza specifica del sistema, intrusi organizzati per pianificare intrusioni, esperti di impianti di allarme, dotati di attrezzatura apposita e parti sostitutive dell’impianto

Dall’analisi del rischio si stabilisce il Grado di sicurezza e compatibilmente con le esigenze, le aspettative e le abitudini del cliente si individua il livello di protezione che si vuole ottenere.

Pertanto gli impianti dovranno avere caratteristiche differenti a seconda di dove si trovano, da cosa si deve proteggere e da come vengono vissuti gli ambienti.

Le tipologie di protezioni realizzabili in un sistema antintrusione sono essenzialmente:

  • Protezione interna Realizzata all’interno degli ambienti tipicamente con sensori volumetrici ad infrarosso passivo o meglio a doppia tecnologia – Utilizzabile quando non si è presenti negli ambienti
  • Protezione Perimetrale Realizzata con contatti magnetici di vario tipo per la rilevazione delle aperture di porte, finestre, persiane e basculanti o contatti a filo per le tapparelle. Integrabile con sensori rilevazione urto sono utilizzabili anche quando si è presenti nell’ambiente da proteggere. Realizzabile anche con sensori “effetto tenda” da installare a centro finestra per permettere la rilevazione di un intrusione anche con il varco totalmente aperto
  • Protezione Perimetrale Esterna Realizzata con varie tipologie di sensori da esterno, volumetrici o ad effetto tenda o con barriere ad infrarossi o a microonde. Si tratta di prodotti particolari idonei al lavoro in ambienti esterni che opportunamente tarati permettono la rilevazione degli intrusi all’esterno dell’edificio, ad esempio in giardini o sui balconi e terrazzi. Esistono anche protezioni “invisibili”, da realizzare sulle recinzioni o interrate nel giardino o nel marciapiede che circonda l’abitazione.

Tipologia di ambienti da proteggere con i Sistemi Antintrusione

Abitazioni

I sistemi di antintrusione delle abitazioni hanno delle caratteristiche un po’ differenti rispetto a quelli delle attività commerciali. Infatti questi sistemi devono poter essere utilizzati sia quando non c’è nessuno all’interno del luogo da proteggere sia quando le persone sono in casa. E’ molto importante poter facilmente sfruttare l’impianto in più situazioni. Occorrerà quindi realizzare un impianto principalmente di tipo perimetrale così da poterlo utilizzare durante la notte e permettere al cliente di poter muoversi liberamente all’interno sentendosi protetto.
Inoltre un sistema per abitazione deve essere facile da gestire e molto flessibile nelle possibilità di parzializzazioni ed inserimenti personalizzati. In questo modo l’utente sarà più portato ad utilizzarlo in ogni occasione, anche se si assenta da casa per pochi istanti evitando quindi di lasciare l’abitazione non protetta.
Classicamente sono gestibili con tastiere o chiavi elettroniche, ma sempre più spesso gli utenti richiedono la possibilità di gestione tramite App da remoto.

Attività Commerciali, Uffici, Industriale

In questa categoria di strutture ed attività l’impianto antintrusione viene normalmente utilizzato durante la notte o nei weekend, quando non ci sono persone all’interno. Si prediligeranno soluzioni di protezione interna di tipo volumetrico e perimetrale sulle vie di accesso più percorribili. Le soluzioni varieranno molto in base agli ambienti da proteggere ed ai beni contenuti.

Musei e Esposizioni

In questo caso sarà probabilmente necessario realizzare dei sistemi che permettono la protezione attiva di alcune zone sensibili anche durante il giorno e con la presenza dei visitatori ed un sistema più generale che si attiva invece quando il sito è chiuso. Soluzioni specifiche permettono la protezione di quadri ed altri oggetti di valore fornendo i dati di controllo in tempo reale per la centrale di sorveglianza.

I dispositivi che costituiscono un Sistema Antintrusione

– la centrale antintrusione, il nucleo di tutto il sistema, ovvero l’unità di controllo che riceve gli impulsi provenienti dai sistemi di rivelazione e attiva i mezzi di allarme;

– i sistemi di rilevazione, periferiche di ingresso che hanno il compito di rilevare la presenza di persone in casa, o di tentativi di effrazione, oppure la presenza di persone nel giardino o negli spazi comuni. Sono sistemi di rilevazione i sensori, che possono essere ad infrarossi passivi, a microonde, a doppia tecnologia (infrarossi + microonde), i contatti magnetici ed i sensori sismici o di vibrazioni.

– gli attuatori, sono delle periferiche di uscita, ovvero l’insieme degli apparati che diffondono l’allarme per via acustica e visiva, come le sirene, ma anche quelli che trasmettono celermente, per via telefonica o via radio, un avviso di effrazione della proprietà direttamente al proprietario, ad un istituto di vigilanza o alle forze dell’ordine.

Sistemi filari o wireless?

I sistemi antintrusione si suddividono in due principali sottogruppi basati sulla tecnologia di collegamento tra i rilevatori e la centrale; abbiamo quindi sistemi filari, dove appunto la connessione è realizzata con un cavo allarme idoneo e sistemi wireless dove la connessione è basata su una comunicazione radio criptata sulla frequenza di 868MHz.
I sistemi cablati hanno un affidabilità maggiore in quanto non sono soggetti ad eventuali disturbi sulle comunicazioni e richiedono inoltre una minore manutenzione avendo batterie solo nella centralina e nella sirena. Sono preferibili negli ambienti industriali, commerciali ed uffici, dove quasi sempre esistono già canaline e tubazioni ed è quindi più semplice e meno d’impatto realizzare l’impianto. In ambiente domestico è invece necessario che a priori sia stata fatta una predisposizione degli ambienti con opportune tubazioni elettriche dedicate.
I sistemi wireless quindi sono invece l’ideale per realizzare protezioni a basso impatto estetico, soprattutto nelle abitazioni dove sempre più spesso non vengono realizzate predisposizioni da parte dei costruttori. La tecnologia wireless negli ultimi anni ha fatto grandi passi ed oggi è possibile avere prodotti con un design molto curato, che sfruttano tecnologie di comunicazione ad alto livello di sicurezza e nel contempo hanno un basso consumo delle batterie garantendo così ottime prestazioni e manutenzioni ridotte.

Richiedi subito un Preventivo Gratuito alla nostra Ditta di Impianti di Videosorveglianza